“Dillo tu a Mammà” di comprarti il libro di Pierpaolo Mandetta, ché è strepitoso.

Lo scrittore si chiama Pierpaolo Mandetta: è un ragazzo simpatico, scrive bene, tanto bene, ha vagato nel mondo del self-publishing e poi è arrivata la proposta di un grande Kolossal nel mondo dell’editoria, Rizzoli. E così Pierpaolo ha iniziato a scrivere e a mettere insieme pensieri, finché non sono diventati “Dillo tu a Mammà” (€ 18.00), uscito l’undici Maggio. Pensieri divertenti, comici che insieme formano una storia, dal sapore dolceamaro, a tratti ironica e al contempo passionale.

Perché Dillo tu a Mammà è prima di tutto un omaggio all’amore, che “è sempre una faccenda di famiglia”.

Samuele è alla soglia dei trent’anni ed è ormai un blogger di successo: quello che fa è soprattutto dare consigli alle persone, sindacare sulle loro vite sentimentali e condurle alla salvezza, proprio lui che dalla vita è stato distrutto, incattivito, dall’amore soprattutto. Non si aspetta più nulla e ha solo tanta paura di darsi ancora, di nuovo e definitivamente. Finché non incontra Gilberto, un affascinante analista con cui, il giovane campano, va a convivere a Milano e che gli ha chiesto di sposarlo. Trentinara e Milano sono i luoghi chiave in cui si snodano e si intrecciano le vicende del futuro cinico scrittore Samuele. Il Cilento è casa: è il solito posto in cui si torna, il posto dove per la prima volta si è innamorato, il posto dove ha stretto le prime amicizie e preso le prime botte a scuola, ma è anche – e soprattutto – il posto da cui è fuggito per essere se stesso. È un borghetto in cui tutti gli abitanti si conoscono e in cui l’ostilità verso il nuovo, pare essere un affar comune.
Milano, invece, è il posto in cui Samuele vive, un po’ per necessità, un po’ per non ammettere quello che la vita ha riservato per lui e, difatti, questa città grigia, snob, stracolma di locali e brulicante di gay, è il posto in cui Samuele trova l’amore, ma dove perde se stesso. Per trovarsi dovrà tornare a casa, dopo tre anni che sembrano una vita, con la sua migliore amica Claudia, una vetrinista snob e stronza che si rifiuta di accogliere uomini per più di una notte.

E di quel posto dovrà affrontare anche i loro abitanti, e soprattutto la sua famiglia allargata, la Nonna, le Ziee, i Cugini e tutti gli abitanti del Paese, ché tutti, ma proprio tutti, ora che sta per pubblicare un libro, lo conoscono e sono desiderosi di riabbracciarlo.

Il viaggio che Samuele compie è un viaggio non solo fisico, non solo di posti e luoghi meravigliosi del Sud, scogliere incantate e sagre di paese, cucchiarelle e pizze fritte, è una crescita definitiva e graduale, è un ritorno a casa che fa appello al coraggio di tutte quelle persone che vivono nel mistero, che non hanno il coraggio di essere felici.

Il romanzo, fresco, con cui Pierpaolo esordisce, definitivamente e finalmente! in libreria è un romanzo che ha il potere di tenerti incollato, dalla prima all’ultima pagina, senza darti il tempo di mangiare, dormire e continuare a fare quello che stavi facendo. È un romanzo che ti conduce e guida attraverso riflessioni attuali e tradizioni, impregnato di consigli veri, sinceri, e che, con un’ironia dolce, talvolta tagliente, vi farà innamorare di un posto che non sapevate nemmeno esistesse: coi suoi colori e coi suoi sapori in un afoso Agosto. Pierpaolo ha una scrittura fresca, attenta e giovane: si sofferma dove deve e dove desiderereste voi.

Quindi Compratelo, leggetelo, rileggetelo e regalatelo, magari prendetevi anche due giorni di vacanza così non dovrete sottrarvi svogliatamente alla lettura: ne vale la pena, e se non la pena almeno i diciotto euro che costa, davvero davvero!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...